Camilla Cappuccini




Counselor a Firenze

Gestalt Counselor Professionista
a indirizzo psicocorporeo e transpersonale

iscritta a AICo e CNCP


Alla fine degli studi linguistici mi laureo traducendo la prima rivista di psicologia sperimentale tedesca di Karl Moritz.
Mi perfeziono in Trasformazione Nonviolenta dei Conflitti presso l'Università di Firenze.
Contemporaneamente alla formazione al Counseling approfondisco la formazione personale in Psicologia Dinamica
Mi diplomo Gestalt Counselor nel 2005 a Firenze presso l'istituto Gestalt Miriam Polster con 1500 ore di formazione.
Nel 2010 ottengo il diploma di operatrice di Massaggio Ku-Nye

in formazione continua: seguo il corso triennale di Bodywork e Integrazione Posturale


Conduco gruppi:
° Per lo sviluppo della consapevolezza emozionale
° Per la comunicazione efficace
° Per una migliore comunicazione genitori-figli
° di auto aiuto per liberarsi dagli attacchi di panico e le crisi d'ansia


° Incontri individuali e di coppia
° Counseling telefonico o tramite internet

...Ogni creatura vivente possiede la conoscenza del proprio benessere... questo pensiero ha sempre trovato accoglienza dentro di me, all'inizio solo come intuizione poi sempre più suffragato dagli studi e dalle esperienze. Succede a tutti almeno una volta nella vita che questa conoscenza venga momentaneamente oscurata, come da una nebbia che nasconde, che illude e fa pensare alla perdita, al vuoto, alla mancanza di sapere. Ma la conoscenza è sempre lì...

Mi diplomo in Gestalt Counseling nel 2005 con una tesi dal titolo "La Forza del Silenzio e della Non-Traduzione" e per giungere a questo, solo in apparenza paradossalmente, mi è stata grandemente utile la pratica del tradurre e lo studio delle lingue straniere. Ogni lingua è un sistema di codici che rispecchia la cultura della società: l'insieme dei suoni, dei fonemi di una lingua sottende una determinata organizzazione, sensibilità e visione sociale.

Eppure oltre le diversità linguistiche e culturali si ritrova una base comune al linguaggio umano che ci rende uguali, nello stesso tempo siamo quindi lontani e vicinissimi. C'è dunque un modo di comunicare tra di noi che va oltre il linguaggio verbale e non-verbale, che non ha bisogno di traduzione e che supera ogni diversità. Una dimensione di silenzio e ascolto che rende possibile una comunicazione vera, genuina, spontanea e creativa.

Credo dunque che ognuno di noi conservi dentro di sé questa grande apertura e creatività ma che ne sia talvolta all'oscuro. La domanda è: cosa la rende inaccessibile a tanti uomini e donne? Cosa ci rende così ciechi da non approfittare di questo grande dono? Le risposte sono tante quante sono le nostre nevrosi. Il mancato contatto con il nostro vero Sè ci impedisce di raggiungere il nucleo profondo della nostra splendida umanità.

Nel lavoro di Counselor spesso ho constatato che le emozioni non gestite contribuiscono più di qualsiasi altra cosa a renderci confusa e difficile la vita: prima di tutto la paura. Paura di non farcela, paura del giudizio, paura di avere paura, rimanere bloccati nella paura. Poi la rabbia, il lato oscuro così difficile da accettare, la rabbia rifiutata è resa invincibie. Emozioni spesso difficili da gestire che ci dominano. Cominciare a "vederci chiaro" non è un processo facile né indolore, ma è certamente alla portata di tutti, e tutti possono imparare a riconoscere il valore delle emozioni e viverci in armonia.

Nel tirocinio mi sono specializzata in Intercultura presso l'associazione di volontariato Gli Anelli Mancanti lavorando all'accoglienza e all'insegnamento dell'italiano ai migranti; questa occasione mi ha anche permesso di avvicinarmi al mondo di sofferenza di tutte le persone socialmente deboli e emarginate e di constatare la violenza fisica e non solo di cui sono vittime, impossibilitate a reagire di fronte a un mondo che non solo non si accorge della violenza che esercita ma che soprattutto spesso nemmeno si accorge della loro esistenza.

Dal gennaio 2015 frequento un corso di perfezionamento a Milano, il corso è guidato da Massimo Soldati psicoterapeuta e integratore posturale. Il corso fornisce e attesta le conoscenze necessarie per condurre classi di bodywork e proseguendo forma integratori posturali, operatori in grado di sciogliere le tensioni accumulate a livello fisico e far emergere vissuti antichi o rimossi alla consapevolezza.  

...con passione mi dedico ad aiutare chi lo desidera a scoprire o riscoprire che è possibile amarsi così come siamo e quindi vedere, riconoscere e accogliere anche ciò che non ci piace e godere della nostra diversità e ricchezza interiore, amministrando la capacità che ognuno di noi possiede di ritrovare l'equilibrio e cogliere con gioia le occasioni della vita.


Condividi